L’importanza dei test nello sviluppo degli innesti rapidi

La ricerca di soluzioni innovative è capace di creare un reale progresso solo se viene accompagnata da un rigoroso sistema di test che simula le condizioni di utilizzo: l’impiego pratico è infatti il più severo ed esigente giudice per un innesto rapido.

Operando nel settore da 60 anni e rispondendo alle esigenze di un mercato globale e multisettoriale, Stucchi ha perfezionato il suo processo di sviluppo di nuove idee e prodotti per circuiti oleodinamici, che comprende la verifica del loro corretto funzionamento in diverse condizioni che riproducono le situazioni di applicazione finale.

Stucchi dispone così di un’area test all’avanguardia, che permette di effettuare le prove necessarie allo sviluppo dei prodotti e alla loro certificazione di utilizzo, nonché di soddisfare specifiche necessità di verifica richieste dai clienti: prima di essere messi sul mercato i nuovi innesti subiscono infatti i test indicati dalla norma internazionale ISO 18869 (Hydraulic fluid power – Test methods for couplings actuated with or without tools) e quando richiesto anche test specifici richiesti dai costruttori.

flat-face

I parametri che Stucchi misura durante questi test riguardano:

  • Pressione pulsante: per verificare la resistenza nel tempo dell’innesto sottoposto a cicli di pressione che potrebbero verificarsi nelle applicazioni più gravose;
  • Pressione di scoppio: per verificare il margine di sicurezza fra la pressione di esercizio e la pressione di rottura;
  • Flusso: si verifica il volume massimo di fluido che può passare attraverso l’innesto rapido in condizioni di lavoro particolari, stabilendo il limite massimo suggerito per garantire performance ottimali;
  • Predite di carico: per misurare le perdite di carico causate dalle turbolenze che si verificano durante il passaggio del fluido nell’innesto e permettere così ai costruttori dell’impianto di dimensionare correttamente le pompe per raggiungere le performance desiderate;
  • Carico di accoppiamento/disaccoppiamento: viene misurata la forza richiesta per effettuare l’accoppiamento e il disaccoppiamento dell’innesto rapido;
  • Spillage: in fase di disaccoppiamento viene osservato se si verificano dispersioni dell’olio e ne viene valutata la quantità; un innesto rapido correttamente progettato minimizza, se non annulla completamente, lo spillage, offrendo maggiore sicurezza sul luogo di lavoro e prevenendo contaminazioni ambientali.

Tutte le informazioni ricavate nel corso di questi test vengono riportate sui dati delle schede prodotto, che forniscono così tutte le indicazioni per il corretto impiego dell’innesto rapido.

Grazie al suo impegno nella ricerca, nello sviluppo e nel test dei suoi prodotti, Stucchi garantisce da 60 anni un flusso costante di soluzioni per innesti rapidi: scopri di più contattandoci.

Contattaci
Stai guardando il nostro sito con Internet Explorer 11. Per un'esperienza di migliore qualità, ti consigliamo di aggiornare il tuo browser.
Scarica un browser.