Come risolvere il problema della connessione in pressione

Gli innesti rapidi offrono una soluzione veloce, pratica e sicura per la connessione e disconnessione di più parti dei circuiti oleodinamici: l’accoppiamento viene effettuato senza dover usare utensili e si mantiene saldo prevenendo le perdite mentre il fluido viene condotto sotto pressione.

Gli innesti rapidi trovano applicazione in molti settori che prevedono frequenti operazioni sui circuiti (come sostituzioni di attachment) tra cui movimento terra, oil&gas, autotrasporti, agricoltura, …

Tuttavia, ci sono situazioni in cui non si riesce a effettuare l’accoppiamento tra il maschio e la femmina perché una delle due estremità oppone resistenza.

Quale può essere la causa?

In un circuito chiuso sottoposto ad una variazione di calore si verifica un incremento della pressione interna del fluido, anche se non si sta attivamente utilizzando il macchinario o l’attrezzo.

Nel momento in cui si cerca di connettere maschio e femmina, questo verrà reso impossibile dalla resistenza opposta dalla pressione formatasi all’interno del circuito.

Non è inusuale che questo fenomeno si verifichi nel corso di una giornata lavorativa: in molte circostanze, nei macchinari e negli attrezzi esposti ora dopo ora al calore solare si crea un incremento di pressione sufficiente a impedire l’accoppiamento dell’innesto rapido.

In queste condizioni, gli operatori sono costretti ad avviare procedure specifiche per eliminare la pressione nel circuito, ma il più delle volte questi metodi, oltre che a far perder tempo nella operatività, non sono sicuri per l’operatore.

Una situazione del genere mina uno dei grandi vantaggi degli innesti rapidi, ovvero la facilità e la velocità di accoppiamento e disaccoppiamento della linea che permette un cambio istantaneo degli attrezzi.

Stucchi però offre una soluzione che permette di mantenere alta la produttività risolvendo il problema della connessione di un circuito con pressione residua interna.

La nostra esperienza di 60 anni ci ha permesso di migliorare sempre di più la qualità dei nostri innesti rapidi per gestire i circuiti oleodinamici in ogni condizione in modo rapido e sicuro.

Gli innesti rapidi a faccia piana filettati offrono una soluzione semplice, ma estremamente efficace, al problema della pressione residua: un sistema brevettato dotato di valvola interna rende possibile l’accoppiamento maschio/femmina veloce e senza bisogno di utensili anche in queste condizioni di resistenza.

A questo si aggiungono i vantaggi offerti dalle valvole a faccia piana di Stucchi, un design che è stato preso a riferimento per la normativa ISO 16028:

  • facilità di pulizia;
  • prevenzione delle perdite al momento del disaccoppiamento;
  • assenza di contaminazioni;
  • ottimizzazione del flusso oleodinamico grazie al design dei componenti interni.

In aggiunta, la filettatura offre un accoppiamento ancora più saldo e previene l’usura accelerata dell’innesto causata da forti sollecitazioni meccaniche (come succede nel caso dell’effetto brinelling).

Assieme, queste scelte di design offrono un prodotto che impatta positivamente sull’operatività dei molti settori che impiegano circuiti oleodinamici: accoppiamenti e disaccoppiamenti effettuati in sicurezza e rapidamente, anche in condizioni di pressione residua, migliorano la produttività velocizzando un’operazione che viene svolta molte volte al giorno.

Scopri tutte le soluzioni offerte da Stucchi: contattaci subito.

Contattaci
Stai guardando il nostro sito con Internet Explorer 11. Per un'esperienza di migliore qualità, ti consigliamo di aggiornare il tuo browser.
Scarica un browser.