Two Tractors Plowing in Tandem

Innesti rapidi a faccia piana per aumentare le performance in agricoltura

I sistemi idraulici sono diffusi in settori estremamente differenti tra loro per macchinari impiegati ed esigenze da soddisfare: le macchine per movimento terra, i veicoli con rimorchio, le attrezzature per l’estrazione di petrolio e gas, i complessi industriali e i mezzi agricoli necessitano tutti di innesti che garantiscano il loro funzionamento corretto e la sicurezza degli operatori.

È facile intuire dalla varietà di esempi presentati che una delle caratteristiche chiave degli innesti sia la loro versatilità, per rispondere a condizioni operative molto differenti tra loro. Una progettazione attenta e una realizzazione curata permettono di proporre soluzioni efficienti, capaci di portare benefici indipendentemente dal settore grazie alla qualità intrinseca del prodotto.

Prendiamo gli innesti rapidi a faccia piana: il loro grande vantaggio è quello di unire la rapidità nelle operazioni di accoppiamento/disaccoppiamento con un sistema di valvole a faccia piana, meccanismi a molla, chiusure di sicurezza e guarnizioni specifiche che possono annullare completamente le perdite di fluido quando si separano maschio e femmina.

A series

Questo sistema porta benefici in tutti i settori, poiché:

  • Garantisce che il macchinario operi alla giusta pressione idraulica;
  • Facilita le operazioni di pulizia degli innesti;
  • Diminuisce i costi legati alla sostituzione del fluido perso;
  • Rende l’ambiente lavorativo più sicuro, evitando che i lavoratori entrino a contatto con sostanze potenzialmente pericolose e che l’area di lavoro diventi inadatta alle loro mansioni.

In certi settori, tuttavia, gli innesti rapidi a faccia piana portano ulteriori vantaggi. Pensiamo all’agricoltura: nel corso delle attività quotidiane, è necessario cambiare più volte le dotazioni dei mezzi, accoppiando e disaccoppiando le linee idrauliche. In questo scenario è fondamentale che:

  • le operazioni si svolgano rapidamente, senza la necessità di utilizzare strumenti specifici o particolari accorgimenti;
  • non ci siano perdite di fluido che contaminino il terreno; questo non solo per motivi ambientali, ma per buona pratica commerciale, poiché il terreno è la principale risorsa agricola e la sua contaminazione può avere gravi ripercussioni sull’azienda.

Tuttavia, nel settore agricolo si constata ancora una predominanza degli innesti rapidi a funghetto (chiamati anche poppet) che non godono degli stessi vantaggi offerti dai faccia piana. Perché?

I poppet sono stati la prima tecnologia proposta per gli innesti rapidi e sono tutt’ora largamente adottati perché sono in grado di soddisfare il bisogno di accoppiare e disaccoppiare rapidamente le linee idrauliche, e in molti casi ciò è sufficiente per chi li impiega, che non ritiene necessario sostenere costi per l’adozione di tecnologie più recenti.

Un altro aspetto riguarda le norme di standardizzazione internazionali: se in altri settori ci sono standard da seguire per uniformare la propria presenza sul mercato, nell’ambito della connessione di attrezzi alle macchine agricole non è ancora stato dichiarato uno standard che contempli l’utilizzo di innesti rapidi a faccia piana; i costruttori di macchinari agricoli, insieme ai produttori di attrezzi e a quelli di innesti stanno lavorando affinché anche in questo ambito di applicazione venga riconosciuta la maggior valenza tecnologica degli innesti a faccia piana attraverso un’apposita norma ISO (International Organization for Standardization).

È quindi importante che venga compreso appieno il valore aggiunto portato dagli innesti rapidi a faccia piana in agricoltura, che prevengono perdite di fluido che possono contaminare il terreno e facilitano tutte le operazioni svolte quotidianamente dagli operatori agricoli.

Scopri la qualità degli innesti rapidi a faccia piana di Stucchi: contattaci subito.

Contattaci
Stai guardando il nostro sito con Internet Explorer 11. Per un'esperienza di migliore qualità, ti consigliamo di aggiornare il tuo browser.
Scarica un browser.